Mutui Banca

Mutui banca: la questione dei mutui bancari è veramente di attualità, dopo il disastro dei mutui “subprime” americani che hanno creato molto scompiglio sia in borsa che tra coloro che avevano un mutuo acceso e lo hanno visto lievitare fino al punto da fare fatica a pagare le mensilità.


Anche se in Italia questo problema si è sentito un pò meno, i tassi sono comunque saliti a tutti coloro che avevano un tasso variabile, stanno invece più tranquilli coloro che a suo tempo lo scelsero a tasso fisso.

Novità mutui banca: in genere le banche sono le principali erogatrici di mutui, e proprio queste basano una parte consistente dei propri business proprio su questa forma di prestito molto diffusa.

Le banche inoltre, quando concedono un mutuo, mettono a disposizione moltissimi servizi ai propri clienti, cosa che non avviene con altri istituti di credito come l’Inpdap o altre agenzie online: tra questi troviamo ad esempio carte di credito, conti correnti, che presso alcune agenzie sono gratuiti fintanto che il mutuo bancario rimane acceso, e comportano una piccola riduzione delle spese.

Inoltre, all’accensione di un mutuo bancario, è obbligatorio fare un’assicurazione sull’immobile, che copre la somma corrisposta dalla banca: l’acquirente però può versare la sua parte dell’assicurazione sull’immobile (spesso direttamente alla banca) e ritrovarsi così un’assicurazione sulla casa che diversamente gli verrebbe a costare notevolmente in più.


Le banche sono l’istituto di credito classico al quale poter chiedere un mutuo. Solitamente le banche concedono mutui per l’acquisto della prima casa, della seconda casa, di un ufficio, ecc.

Dal momento in cui si fa richiesta di un mutuo in banca a quello dell’erogazione, potrebbe passare più di qualche giorno. Il mutuo che viene chiesto in banca è soggetto ovviamente alle condizioni del contratto che viene sottoscritto dal cliente nel momento della stipula del mutuo. Tale contratto riporta le condizioni generali del mutuo, come ad esempio la durata, la tipologia di tasso, se fisso oppure variabile, l’importo delle rate da pagare.

Prima di decidere la banca alla quale affidarsi per il mutuo, è sempre conveniente prendere più preventivi e confrontarli. Grazie alla legge finanziaria 2008 e al decreto Bersani, diventa anche possibile effettuare le operazioni di sostituzione del mutuo, ovvero modificarne alcune condizioni, come ad esempio la durata dello stesso al fine di pagare una rata più bassa, oppure la surroga del mutuo, ovvero spostare il mutuo da una banca ad un’altra.