Mutuo 100% cento per cento casa

Mutuo 100%: quando si parla di mutuo cento per cento, si intende un finanziamento capace di coprirle il 100% dell’importo da finanziare, normalmente richiesto per l’acquisto della prima casa, comunque di un immobile di proprietà.


Normalmente chi richiede un mutuo per l’acquisto della casa, si prepara a scadenze molto lunghe che vanno normalmente da 20 anni a 40 anni e il tasso applicato può essere sia tasso fisso che tasso variabile, quindi ancorato all’andamento dei tassi in Europa.

Novità mutui 100%: nell’ultimo periodo stanno uscendo sul mercato molti tipi di mutui al 100%, molti istituti bancari e finaziarie prevedono infatti questa formula che copre la totalità della spesa perchè molto richiesta dal mercato.

Vediamo quali sono i pregi e i difetti di tali mutui: chi, come i giovani, spesso non dispone di una liquidità tale da poter versare un anticipo, anche minimo, per l’acquisto della prima casa, spesso si ritrova costretto a fare richiesta di un mutuo al 100%; sotto questo aspetto quindi i delle spese sono comodi, ma non bisogna assolutamente dimenticare che, in questo modo, la somma prestata dall’istituto bancario cresce notevolmente, ed il mutuo può anche diventare ingestibile, mutui con copertura totale dati gli elevati costi sugli interessi e l’elevato numero di rate.


Cconsigliamo quindi di ricorrere solo a mutui a tasso fisso, i quali, se inizialmente vengono a costare meno rispetto a quelli a tasso variabile, nel corso degli anni offriranno la garanzia di non variare mai il costo delle rate.

Solitamente un mutuo ordinario che viene chiesto presso un istituto di credito può arrivare a coprire fino all’80% del valore dell’immobile. Questo significa che l’altra parte di denaro deve essere messa, di tasca propria ed in anticipo, dal richiedente del mutuo.

Alcuni istituti di credito, anche on line, offrono però la possibilità di chiedere un mutuo al 100%. Qualora si richiedesse un mutuo per il valore totale dell’immobile che si vuole, ad esempio, acquistare, allora le banche potrebbero chiedere una ulteriore garanzia, come ad esempio una polizza fideiussoria per coprire la parte eccedente il limite che è stato fissato dalla Banca d’Italia.

Se non ci sono queste garanzie, la banca non può andare oltre l’80% del valore dell’immmobile.

Teniamo anche presente che la stipula di una polizza fideiussoria fa aumentare i costi del mutuo, dato che la banca potrebbe aumentare il tasso di interesse da un minimo di 0,20% fino ad un massimo di 0,50%. Per questo motivo, prima di chiedere un mutuo al cento per cento bisogna farsi bene i calcoli.