Mutuo Ipotecario

Mutuo ipotecario: il mutuo ipotecario, si chiama così perchè a garanzia della reale possibilità di pagare di chi accende il mutuo, la banca o l’istituto di credito che eroga il mutuo, si tutela con una garanzia precisa che è appunto l’ipoteca sull’immobile che acquisterete, in modo che se sorgessero problemi per la restituzione della somma prestatavi, la banca potrà espropiarvi l’immobile mettendolo all’asta e recuperando quindi detta somma.


Novità Mutuo ipotecario: qualsiasi tipo di prestito, necessita di garanzie di restituzione: nel caso di piccoli prestiti, basta dimostrare che, chi lo richiede, percepisca un reddito sufficiente.

Nel caso dei mutui la situazione è più complessa, ed oltre allo stipendio, chi lo richiede deve necessariamente ipotecare l’immobile oggetto del mutuo; questa ipoteca potrà essere cancellata dopo l’avvenuta restituzione dell’intero importo dovuto.

Prima del Decreto Bersani, per cancellare un’ipoteca era obbligatorio rivolgersi ad un notaio, oggi il procedimento è stato semplificato, con un notevole risparmio per il cliente sia di tempo che di denaro.


Il mutuo ipotecario ha tre principali fasi: la fase di stipula del contratto, ovvero il momento di accensione del contratto di mutuo, che coincide con la fase di acquisto dell’immobile stesso; la fase di ammortamento, ovvero il periodo di rimborso del mutuo stesso; l’estensione del mutuo, ovvero il momento del pagamento dell’ultima rata e l’estinzione del debito residuo.

Spesso tutte e tre queste fasi fanno parte di un mutuo ipotecario. Alcune volte, invece, la terza fase manca, essenzialmente per due diversi motivi: il debitore decide di estinguere in via anticipata il proprio debito; il debitore vende l’abitazione oggetto del mutuo tramite un’operazione che si chiama accollo del mutuo. In questo caso la banca deve espressamente accettare il nuovo debitore

A seguito del Decreto Bersani è nata anche la possibilità della portabilità del mutuo ipotecario. Questo significa che il debitore vuole cambiare la banca con la quale avere dei rapporti di mutuo. La vecchia banca si vede rim