Prestiti Inpdap

L’INPDAP è l’Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica e appunto per i dipendenti pubblici è possibile fare richiesta di un prestito, una somma di denaro che serva loro per improvvise necessità.


Il prestito INPDAP si rivolge a chi sia iscritto alla “Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali” per maggiori informazioni visionare il sito ufficiale INPDAP

Novità prestito Inpdap: l’Inpdap mette a disposizione degli iscritti Inpdap e dei pensionati Inpdap dei prestiti che possono essere sovvenzionati o dal fondo comune Inpdap (alimentato dagli stessi iscritti) o da istituti convenzionati (d. m. 45 del 2007); chi si accinge a fare richiesta per un prestito Inpdap deve armarsi però di un po’ di pazienza, infatti l’approvazione può richiedere del tempo (da 2 settimane a salire a seconda delle richieste e della situazione economica, che va comunque vagliata preventivamente).

In ogni caso i prestiti Inpdap risultano molto vantaggiosi rispetto a forme creditizie omologhe erogate da altri istituti.

I prestiti Inpdap sono ottenibili da parte dei dipendenti e dei pensionati che sono iscritti alla gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali e che hanno uno stipendio mensile oppure sono in pensione.


Il prestito Inpdap si differenzia a seconda della durata dello stesso. Così, possiamo vedere i prestiti annuali, biennali, triennali e quadriennali. A seconda della durata del prestito cambia anche il TAEG netto dello stesso. Per chi non lo sapesse, il TAEG è il Tasso Annuo Effettivo Globale ed è un indicatore molto usato per confrontare la convenienza tra prestiti.

Nello specifico, i prestiti annuali hanno un TAEG del 5,48%, il prestito biennale ha un TAEG del 5,01%, il prestito triennale ha un TAEG del 4,85% e infine il prestito quadriennale ha un TAEG del 4,76%.

L’importo che è possibile chiedere cambia, anche in questo caso, a seconda della durata del prestito. Nel dettaglio, abbiamo che: per i prestiti annuali è possibile chiedere un importo pari ad una o a due mensilità di stipendio netto, per i prestiti annuali è possibile chiedere un importo tra due e quattro mensilità di stipendio netto, per i prestiti annuali è possibile chiedere un importo tra tre e sei mensilità di stipendio netto, per i prestiti annuali è possibile chiedere un importo tra quattro e otto mensilità di stipendio netto.