Finanziamenti agricoltura

Novità finanziamenti per agricoltura: a partire dal 17 Dicembre 2007 si possono presentare le domande per ottenere il credito d’imposta che è destinato agli imprenditori agricoli, questo cosiddetto “bonus agricoltura” consente investimenti in attrezzature e beni destinati alle loro strutture produttive, beni strumentali ecc. purchè esse si trovino in: Sicilia, Basilicata, Sardegna, Calabria, Campania, Puglia, Abruzzo e Molise.


Novità finanziamenti agricoltura: nel “bonus agricoltura” verranno dati importi massimi fino a 200.000 euro a impresa, le domande devono essere inoltrate all’agenzia delle Entrate per via telematica, l’apposito software gratuito potrà essere prelevato nel sito web www.agenziaentrate.gov.it

Ancora oggi l’agricoltura è uno dei settori principali sui quali si basa l’economia del nostro paese. Proprio per incentivare il settore agricolo, sono stati ideati dei finanziamenti agricoli, ovvero delle forme di credito studiate appositamente per le aziende agricole.

Le finalità del finanziamento agricolo possono essere diverse. Possono chiedere l’ottenimento di questa tipologia di prestito sia le aziende già in essere, che vogliono ad esempio ampliare la propria attività, sia quelle aziende che devono nascere e hanno bisogno di denaro per pagare le attrezzature necessarie.


Per chiedere un finanziamento agricolo, è possibile fare domanda a diversi istituti bancari che prevedono questa forma di prestito come uno dei vari servizi offerti. Ad esempio, Banca Agrileasing offre tutte le informazioni necessarie sui crediti e sui finanziamenti agricoli.

La Banca Nazionale del Lavoro offre inoltre una tipologia di prestito che arriva a coprire fino al 100% della somma di cui si ha bisogna per la propria impresa agricola, utile per poter acquistare macchinari oppure per ristrutturare l’azienda. Unicredit Banca specifica, direttamente sul suo sito web, i parametri necessari per poter fare domanda per un prestito agricolo presso di loro, nonché le modalità di rimborso del prestito, il tasso di interesse e l’importo delle rate.