Finanziamenti aziende

Novità finanziamenti aziende: tutte le aziende piccole e grandi, siano esse già avviate che in fase di nascita hanno necessità di accedere ai finanziamenti, possibilmente a fondo perduto o comunque a tassi agevolati, per permettere loro di avviare l’attività nel modo meno traumatico possibile, acquistare attrezzature, rinnovare quelle esistenti per poter essere competitive e aumentare la produttività.


Novità finanziamenti aziende: sia le regioni che la comunità Europea, mettono a disposizione ogni anno un quantitativo di denaro destinato proprio a questo, purtroppo l’Italia è uno dei paesi che lasciano inutilizzate troppe risorse di questo genere, non sfruttando al meglio questa ghiotta opportunità.

È infatti di fondamentale importanza sfruttare queste risorse al massimo e accedere quindi a contributi agevolati, a fondo perduto che sono già a disposizione delle aziende che hanno i requisiti.

I finanziamenti per le aziende sono una tipologia di prestito ideata appositamente per quelle aziende che vogliono ristrutturare o ampliare la propria attività, oppure per coloro che intendono iniziare una nuova attività di impresa.

In quest’ultimo caso potrebbe essere possibile anche fare richiesta per un finanziamento agevolato. I prestiti per le aziende rientrano nella categoria dei prestiti non finalizzati.


Questo significa che l’impresa può spendere il denaro ricevuto come meglio crede, ad esempio per acquistare dei nuovi macchinari, per acquistare dei servizi da apposite società di consulenza oppure acquistare un immobile. In quest’ultimo caso, si parla di mutuo.

Le modalità di rimborso del finanziamento aziende possono variare a seconda della società finanziaria con la quale ci si accorda. E’ la società finanziaria stessa che decide in merito ai tassi di interesse da applicare al prestito.

Il cliente, invece, può scegliere se preferisce un tasso fisso oppure un tasso variabile. Inoltre, è anche possibile scegliere la modalità di rimborso, ovvero se tramite bollettino postale o se tramite addebito diretto sul conto corrente aziendale, modalità di pagamento anche nota come RID.