Finanziamenti Banca

Novità finanziamenti banca: i finanziamenti erogati dagli istituti bancari sono i più sicuri a patto che chi li richiede non abbia o abbia avuto problemi di protesti o essere stato classificato come cattivo pagatore per aver avuto problemi di ritardi nei pagamenti di debiti anche molto tempo prima.


Le banche infatti normalmente concedono più facilmente finanziamenti e prestiti a chi ha qualcosa da dare in garanzia, come un immobile o un qualsiasi bene.

Finanziamenti bancari: specie dopo i recenti fatti legati alla crisi dei mutui subprime americani, le banche hanno subito pesanti ridimensionamenti nelle loro quotazioni di borsa, esistono infatti coinvolgimenti degli istituti Italiani in questo tipo di prodotti derivati, che li espongonoa rischi più o meno grandi.

A causa di questo le banche sono molto più caute nel concedere finanziamenti, e anche gli scambi e prestiti di denaro tra banca e banca si sono molto ridotti.

Le banche sono uno degli strumenti più usati per chiedere un prestito. Recandosi in un istituto bancario è possibile chiedere diverse tipologie di prestito, come ad esempio dei prestiti personali non finalizzati oppure dei prestiti per acquistare un immobile, ovvero un mutuo.


Prima di firmare un contratto con un istituto bancario è però consigliato chiedere informazioni e condizioni a diverse banche, al fine di riuscire a trovare l’offerta che fa per voi. Il finanziamento bancario può essere a tasso fisso o a tasso variabile.

Nel primo caso l’importo della rata è fisso per tutta la durata del finanziamento, ideale per coloro che non vogliono correre rischi e vogliono sapere in anticipo quanto dovranno pagare come rata per il rimborso del prestito.

Il tasso variabile, invece, fa variare l’importo della rata. E’ ideale se avete previsione che il tasso possa scendere nel futuro.

Indipendentemente dai due tipi di tassi scelti, la condizione necessaria per ottenere un prestito bancario è avere un conto corrente presso quella banca. Se non lo si ha, è possibile aprirlo contestualmente alla richiesta del prestito.

Il conto corrente serve poi per far transitare le somme che ci vengono accreditate e per depositare l’importo della rata da dover pagare.