Finanziamenti regione

Ogni anno gli enti pubblici e le regioni Italiane, mettono a disposizione finanziamenti regionali agevolati, a supporto di certe attività e per l’incremento delle imprese specie se piccole e medie.


Questi finanziamenti regionali, sono predisposti dalle regioni per aiutare determinati settori o per zone più penalizzate di altre, allo scopo di dare impulso e crescita a questi settori giudicati comunque importanti.

Per una piccola o media impresa è’ molto importante interessarsi e verificare tutte le opportunità di accedere ai finanziamenti che le regioni mettono a loro disposizione, molto spesso succede infatti, che per indolenza o per mancanza di informazione, questi fondi rimangano inutilizzati, mentre potrebbero sicuramente aiutare e agevolare l’espansione di attività che ne avrebbero davvero bisogno.

Qui trovate anche maggiori informazioni su indici di bilancio, flussi finanziari, programmazione economica, finanziamenti nazionali, qualità totale, finanza aziendale, fondo perduto, conto corrente.


Le regioni, nel pieno della loro autonomia finanziaria, hanno il potere di rendere pubblici ogni anno dei bandi, ai quali possono partecipare le imprese che posseggano i requisiti previsti per quel dato bando, per concedere dei finanziamenti alle imprese al fine di dare una mano per lo sviluppo dell’imprenditoria nella regione stessa.

Questi finanziamenti possono essere agevolati, ovvero con delle caratteristiche migliori rispetto ai finanziamenti che si possono ottenere dai classici istituti di credito, come le banche, oppure possono essere a fondo perduto, ovvero senza alcun obbligo di restituzione da parte dell’azienda che ottiene quel prestito.

Soprattutto in quest’ultimo caso le richiesta di accesso a tali fondi è molto alta, quindi le varie domande che vengono presentate per partecipare al banco vengono attentamente vagliate dall’ente regionale preposto e valutate.

Per poter valutare con successo una domanda, ad essa solitamente bisogna allegare un business plan, studiato e ben redatto, nel quale si indica l’idea imprenditoriale che si vuole sviluppare con quel denaro e dare prova della sua validità.